Meta e Data: Monte Bregagno 7 Maggio 2011
Quota partenza(m): 966 Quota Arrivo(m): 2107 Dislivello(m): 1141 Difficoltà: E
Partenza da: Monti  di Breglia a Breglia, frazione di Plesio. Percorrere autostrada A8 e poi A9 Lainate-Chiasso fino a Como Nord, ultima uscita per l'Italia. Prendere la statale SS 340 Regina fino a Menaggio. Non entrare in Menaggio ma prendere galleria direzione Lugano-Porlezza e uscire alla prima uscita per Lugano-Porlezza e dirigersi verso Menaggio e subito dopo svoltare a sinistra per Plesio. Seguire indicazioni per stabilimento acqua minerale Chiarella e raggiungere la frazione Breglia. Appena arrivati a Breglia 50 m prima della chiesa a sinistra salire la stretta strada con evidenti indicazioni per Monti di Breglia. Percorrerla fino a quando si trova il parcheggio finale (attenzione parti di strada strerrata e mal tenuta) o fermarsi prima parcheggiando a lato dove l'auto non è di intralcio.
Breve descrizione: Oggi per impegni vari non posso partire molto presto  e allora non potendo andare con gli amici di HiKr decido di andare solo con Suni al Monte Bregagno.La giornata si presenta discreta, il sole non manca ma la foschia non da garanzia di vista perfetta sul panorama. In ogni caso non ci facciamo problemi e arrivati ai Monti di Breglia dopo aver penato un po sulla statale Regina sempre trafficata partiamo sul comodo sentiero. Al bivio prendiamo a dx per S.Amate. Saliamo e con lungo traverso (da evitare assolutamente in inverno con neve!!) arriviamo alla chiesetta di S.Amate (1623m). Una breve sosta per far bere Suni e poi saliamo verso l'evidente sentiero ben segnato che porta verso il Bregagnino (1905m) . Il panorama che dovrebbe essere fantastico viene in parte negato dalla foschia. Proseguiamo e dopo alcuni sali e scendi attacchiamo l'ultimo tratto che ci permette di arrivare senza problemi in vetta al Monte Bregagno (2107m). Poca gente in giro e in vetta solo 2 persone quando arrivo con Suni. Non c'è vento ma il panorama è parzialmente rovinato da foschia e da nuovole. Solo verso la Valchiavenna e la Valtellina il panorama è buono permettendo di vedere Badile, Disgrazia e Pizzo Scalino. Non fa freddo e ci fermiamo in vetta per la sosta pranzo!  Suni come al solito non si fa pregare e mangia di tutto in tempo record! Dopo 1 oretta iniziamo la discesa tornano al S.Amate dove Suni si fa un bagnetto rinfrescante nella fontanella. Andiamo verso la Forcoletta con bella vista sul Monte Grona e sul lago. Scendiamo verso il Rifugio Menaggio(1400m) e poi prendendo il sentiero alto torniamo al parcheggio. Bella escursione poco impegnativa che andrebbe rifatta in una giornata super-limpida per godersi ancora di più i bei panorami. Ma io e Suni siamo contenti anche così !