Meta e Data: Scatta Minoia  21 Settembre 2011
Quota partenza(m): 1640 Quota Arrivo(m): 2599 Dislivello(m): 1000 Difficoltà: E
Partenza da: Percorrere autostrada A26 sino a Gravellona Toce, seguire la statale del Sempione sino all’uscita per Crodo, poi le indicazioni per Baceno/Val Formazza e  raggiunto Baceno prendere a sinistra la strada che sale a Devero e percorrela fino alla fine. Parcheggio giornaliero a pagamento (5 Euro).
Breve descrizione: Oggi primo bellissimo giorno d'autunno in Val Devero. Con Suni alle 8:15 partiamo da Devero per andare a fare un giretto alla Scatta Minoia. Con poco gente in giro a quest'ora e un leggero frescolino andiamo verso Crampiolo e poi percorriamo tutta la sponda destra del Lago Codelago. Il tempo è ottimo, sole splendente e temperatura ideale; i panorami sulla val Deserta e sull'Arbola lasciano sempre a bocca aperta per la loro sfolgorante bellezza!. Andiamo in salita via Canaleccio verso il Lago di Pianboglio tra boschi dai colori autunnali e tenendo la dx saliamo verso l'Alpe Forno Inferiore (2220m). L'Alpe Forno è posta in una splendida posizione sotto l'Arbola ancora leggermente imbiancata. Suni purtroppo è finita al giunzaglio poichè le marmotte sono a decine e Suni le vorrebbe inseguire tutte! Procediamo verso la Scatta Minoia salendo con moderata pendenza in un vasto pianoro con ampia e splendida vista sulla valle addentrandoci sempre più in una valletta in cui la neve da poco caduta è rimasta! Bello calpestare la nuova prima neve di stagione ! Passiamo vicino a splendidi laghetti senza nome e molti altri se ne vedono a vista d'occhio tra le varie conche e cimette della zona! Andremo al ritorno a visitarli più da vicino, ora procediamo su facile pietraia ben segnata per poi andare a sx e salire verso la Scatta Minoia ormai ben visibile! Alle 11:30 arriviamo alla Scatta Minoia (2599m) e al Bivacco Conti. La vista sulla Val Devero, sul Passo d'Arbola e sui giganti svizzeri è fantastica! Dall'altra parte la vista invece sulla Val Formazza è più chiusa e meno imponente. Si notano i Corni di Nefelgiù e la bocchetta del Gallo. Dalla Scatta Minoia sulla sx(guardando verso il Devero) l'imponente sagoma del Monte Minoia. Foto di rito e poi un meritato pranzo scambiando 4 chiacchere con una coppia di simpatici escursionisti svizzeri che fanno l'attraversata andando al Rifugio Margaroli al Vannino in Val Formazza e poi domani alla Capanna Corno Gries. Beati loro! Alle 13:00 riprendiamo il cammino tornando sui nostri passi e vagando un po tra i vari panettoni e vallette alla scoperta di fatastici laghetti con Suni sempre al guinzaglio che praticamente mi stacca il braccio! Queste marmotte , seppur a casa loro, rompono con i loro gridi d'allarme che fanno impazzire Suni!! Tornati all'Alpe Forno dopo sosta birretta-torta scendiamo al Lago di Pianboglio e poi al Codelago. Percorriamo la sponda opposta a quella percorsa al mattino che regala ancora più aperti panorami su Cistella e Diei,Corbenas,San.Giatto. Arriviamo a Crampiolo e quindi giù alla Piana del Devero. L'autunno per me e Suni non poteva iniziare in modo migliore!!! Il Devero regala sempre panorami infiniti e non ti delude mai!