Meta e Data: Punta dell'Aquila 23 Febbraio 2014
Quota partenza(m): 1260 Quota Arrivo(m): 2135 Dislivello(m): 900 Difficoltà: E
Partenza da: Alpe Colombino sopra Giaveno. Autostrada A4 verso Torino-Settimo Torinese-Tangenziale Nord di Torino-Collegno-Giaveno. Da Giaveno proseguire per Coazze, senza raggiungerlo svoltare a sinistra per Pontepietra e Maddalena, seguire la strada fino al termine all'ampio piazzale dell'Alpe Colombino, ex stazione sciistica.
Breve descrizione:  Dopo lo splendido sabato passato con gli amici nella Valle dei Tremendi in Valsesia anche la domenica promette una meteo ottima. Con Suni allora andiamo a fare una ciaspolata nel Torinese alla Punta dell'Aquila in Val Sangone in una zona a me poco nota. Arrivati al piazzale dell'Alpe Colombino sopra Giaveno attorno alle 8:30 la giornata promette bene e il sole splende nel cielo limpido. Per ora poca gente in giro ed è bene cosi! Oggi voglio stare solo con i miei pensieri e con la montagna amica!
Salgo con Suni nella bella carrareccia coperta da neve dura che adduce al colletto del Pian del Secco (1434m) e poi punto a sx verso la cresta Nord della Punta dell'Aquila. Ora il percorso si fa molto intuitivo e su larga cresta in cui si innestano varie rampe più ripide si giunge ad una ex-stazione della seggiovia e poi sempre su cresta molto panoramica con uno strappo finale più ripido si giunge ad un casotto di cemento armato sotto la crestina finale che porta alla vetta.
Suni non pare stanca dell'escursione di ieri e segue senza problemi.
Non resta che percorrere con attenzione la breve crestina finale innevata che si fa più sottile e leggermente aerea e siamo in vetta alla Punta dell'Aquila(2135m). La vista oggi è spaziale! Solo una leggera foschia nella bassa valle nega una nitida vista verso la sottostante pianura torinese ma verso il Monviso, il Rosa, il Rocciamelone e tutte le altre vette la vista è grandiosa.
Un gentile signore si presta per farmi alcune foto di vetta con Suni e ovviamente io scambio il favore appena arriva la moglie e un'amica con cui scambiamo 4 parole sulla montagna. Dopo essere rimasto con Suni in vetta un bel po, infatti Suni pure si fa un pisolino, scendiamo poco sotto la cresta per trovare un posticino in cui pranzare.
Quando arriva gente e il "rumore" aumenta vado verso il Bivacco 3 Alpini e percorro la bella crestina panoramica sospeso tra il bianco e il blu!
Poi trovato un comodo posto con Monviso in bella vista mi sistemo per una abbondante oretta di totale relax e solarium.
Oggi è per me una giornata davvero contemplativa e introspettiva, immerso tra queste belle montagne e i miei pensieri!
Viene l'ora di iniziare a scendere sempre baciati da un caldo sole! Ma niente fretta, con alcune soste lungo la cresta pian piano torniamo io e Suni sui nostri passi fino ad arrivare contenti all'auto.
Un grazie a Suni come sempre perfetta compagna di escursione!