Meta e Data: Monte Barone   8 Novembre 2014
Quota partenza(m): 982 Quota Arrivo(m): 2044 Dislivello(m): 1103 Difficoltà: E
Partenza da: Piane di Rivò. Autostrada 26 (per Alessandria) - uscita Romagnano Sesia - prendere la direzione per Crevacuore - proseguire per Coggiola e per Viera - fermarsi in località Piane di Rivò lungo la strada (lato destro,in prossimità della strada sterrata con pannello indicatore sentieri). Oppure poco avanti nei pressi della chiesetta.
Breve descrizione:  La neve è caduta sopra i 2000 metri e la voglia di calzare cisaspole e andare a pestarla è poca. Andiamo a fare un giro in Val Sessera al Monte Barone nelle Alpi Biellesi che in questo periodo autunnale sanno regalare panorami da favola senza le solita nuvole e nebbie che spesso in altri periodi dell'anno attanagliano queste sone.
Alle 7:50 saliamo da Piane di Rivò verso la Ciota con bella vista autunnale sulla Val Sesserasu buon sentiero che sale in costa con buon panorama verso le Scarpie dove alcune corde fisse aiutano in caso di ghiaccio. Oggi è tutto tranquillo e il Monte Barone si vede bello al sole e senza neve. Arriviamo al Rifugio Barone dove facciamo una sosta ammirando il Monviso. Poi saliamo sempre su buon sentiero ma ora ripido verso la Boccehtta di Ponasca da dove il panorama si apre ancora di più sulla catena delle Alpi e sulla zona della Val Grande. La facile cresta ci attende e noi saliamo spediti. Suni è come sempre pimpante e per lei è una facile passeggiata. In men che non si dica siamo in vista della bella croce e la vetta del Monte Barone è raggiunta. La vista è spaziale! La catena del Rosa davanti a noi è stupenda! Il Monviso si staglia lontano ma è vicino nel cuore! In vetta c'è altra gente ed ad un certo punto qualcuno riconosce Suni e subito dopo io riconosco lui!. E' l'amico vituale di fb Corrado che ho il piacere di incontare quassù purtroppo senza la sua mitica cagnolina Bau che oggi è rimasta a casa. Quattro piacevioli chiacchere ,foto di rito  con la reginetta Suni. Non stiamo molto in vetta  perchè la sosta pranzo la faremo al Rifugio Barone al sole insieme a Grandemago che è rimasto ad attenderci. L'enoteca oggi è di superpa qualità! Qualcuno pensa che qualche bottiglia tornerà a valle forse non vuota ma oggi siamo in tanti e alla fine come sempre tornano con noi solo i vuoti! Per l'anello scendiamo verso la Spelonca e strada facendo incontriamo il mitico Ales che sta andando a sistemare cartelli segnaletici. Un caloroso saluto, 4 anche 8 chiacchere con lui e poi visitiamo la sua Spelonca, firmiamo il libro e poi scendiamo verso valle su bel sentiero da lui segnato in mezzo a un bellissimo bosco. Intanto il Barone mette il cappello ma tutto attorno è sereno e chiudiamo in bellezza l'anello nella autunnale Val Sessera.
Un grazie agli amici per la piacevole cmpagnia;
un grazie a Suni come sempre perfetta compagna di escursione!
 
Percorso:
Loc. Piane di Rivò m.985 - sentiero G1 - rifugio Ciota delle guardie forestali m.1233 (ore 0,40) - sentiero G8 - Le Scarpie - rifugio Monte Barone all'Alpe Ponasca m.1610 (ore 1,05) - Bocchetta di Ponasca m.1650 - Moc.onte Barone m.2044 (ore 0,55) RITORNO: Bocchetta di Ponasca - Rifugio Monte Barone - variante di discesa - Balma di Fray/ Spelonca m.1400 - Cappella Foscale m.1233 - Piane di Rivò.