Meta e Data: Colle e Laghi Autaret 30 Agosto 2015
Quota partenza(m): 1805 Quota Arrivo(m): 3072 Dislivello(m): 1400 Difficoltà: E
Partenza da: Lago di Malciaussia. Autostrada MI-TO. Seguire indicazioni per Venaria e poi prendere SP1 per Valli di Lanzo fino ad Usseglio. Da qui una strada di montagna stretta ma ben tenuta porta fino al Rifugio Volpot e al Lago di Malciaussia dove si trova ampio parcheggio gratuito.
Breve descrizione: E' da tempo che vorrei fare una escursioni nelle Valli di Lanzo, in cui non sono mai stato. Oggi è arrivato quel giono e con Suni partiamo fiduciosi per andare al Colle dell'Autaret al confine con la Francia. Arrivare al punto di partenza a Usseglio al lago di Malciaussia richiede pazienza ma in circa 2h e 30 siamo pronti per partire. La giornata è splendida e azzurra!. Individuata la partenza del sentiero 116 iniziamo la salita in completa solitudine su questo bel sentiero che con molte curve e tanti traversi sale molto ripido verso Pian Sulè (2526 m) . A Pian Sulè,lasciato a dx il bivio per la Lera, il panorama si apre sul vasto pianoro con bella vista sul Rocciamelone. Ora il sentiero prosegue superando una pietraia e risale all'almpio Col di Spiol (2600m). Il silenzio è perfetto e il panorama anche. Dal colle come previsto si scende x 120 m fin a raggiungere un pianoro erboso da dove guardando a destra si vede lontano il valico dell'Autaret. Suni è come sempre in forma e mi segue senza problemi sul sentiero che ora a dx risale verso la bastionata rocciosa sotto cui volano dei rapaci. Il sentiero sempre ben segnato porta sempre più su fino ad arrivare in vista del Lago di Autaret(1985m). Purtroppo della nuvolaglia e delle nebbie si fanno avanti e coprono la Punta Castan. Facciamo qualche foto al lago ma poi proseguiamo fino al Passo Autaret dove pare esserci una bella finestra di azzurro. Detto, fatto! Arriviamo al Passo Autaret con davanti un po di azzurro e un leggero venticello fresco. Ormai è quasi mezzogiorno e quandi ci abbassiamo qualche metro per il pranzo. Torniamo poi al lago Autaret e riusciamo prima pure a vedere un bellissimo ermellino, che timido subito si nasconde tra le rocce. Le nuvole un po aumentano e noi scendiamo sul percorso di salita facendo qualche rilassante sosta per poi arrivare al Lago di Malciaussia ormai sequestrato dai numerosi giganti della domenica! Ma io e Suni ormai saliamo in auto e torniamo contenti verso casa. La strada è ancora lunga ma alla fine saremo molto contenti di questa bella escursione in queste valli che non avevamo mai cavalcato! Un grazie a Suni come sempre perfetta compagna di escursione.