Meta e Data: Rifugio Carestia e Lago Bianco 28 Agosto 2010
Quota partenza(m): 1354 Quota Arrivo(m): 2332 Dislivello(m): 978 Difficoltà: E
Partenza da: Ca' di Janzo. Percorrere autostrada A26 sino Romagnano Sesia/Ghemme, seguire la statale 299 per Alagna fino a Riva Valdobbia. All'ingresso di Riva Valdobbia prendere strada a destra di fronte al cimitero con  indicazioni Val Vogna, Ca' di Janzo. In alcuni periodi,come oggi, non è possibile andare oltre Ca' di Janzo in auto senza permesso comunale. Arrivato a Ca' di Janzo parcheggio l'auto in parcheggio con posti limitati.
Breve descrizione: Oggi è in programma una escursione al Sempione ma le previsioni danno forte vento e quindi opto per una bella escursione in Val Vogna ovviamente con Suni. .Saliamo da Ca' di Janzo a piedi a S.Antonio e poi  dalla chiesetta di S.Antonio prendiamo il sentiero costituito inizialmente da ampia sterrata (segnavia n.1) fino alla deviazione Rifugio Carestia(non guardata la prima che porta ad Alpe Piane ma presa la seconda che confluisce con il sentiero che arriva da Alpe Piane). Il sentiero con segnavia N.2 porta in circa 2h  salendo in modo ripido e senza dare molto respiro al Rifugio Carestia (2204 m). E' un bel sentiero facile che passa spesso all'ombra in bei boschi di larice e inoltre è molto panoramico su tutta la Val Vogna. Arrivati al Rifugio il sole splende e la giornata è buona. Dopo una breve sosta, proseguiamo sempre su sentiero N.2 per il Lago Bianco sotto il Corno Bianco. Ora il sentiero si fa più stretto e passa a mezza costa toccando i ruderi dell'Alpe Rissuolo offrendo una splendida vista sulla conca dell'Alpe Larecchio e sull'Ospizio Sottile al confine con la Val d'Aosta. . In breve salendo una gola e seguendo il torrente  Rissuolo che forma la bella cascata si arriva alla splendida conca del Lago Bianco (2332m). Ora la vista spazia a sinistra sul Passo dell'Alpetto , davanti le ripide placconate che portano al Lago Nero e a destra il Corno Bianco. Facciamo una bella sosta per il pranzo e poi giriamo attorno al Lago Bianco salendo per poche decine d metri il sentiero 2a per l'Alpetto. Stiamo un po a oziare al sole e quindi ritorniamo con calma al rifugio da dove ammiriamo il Corno Rosso (o Punta Carestia) e su stesso percorso dell'andata torniamo a Ca' di Janzo passando per Alpe Piane. Un'altra giornata fantastica è trascorsa e contenti torniamo verso casa.