Meta e Data: Spitzhorli  1 Settembre 2010
Quota partenza(m): 2005 Quota Arrivo(m): 2729 Dislivello(m): 724 Difficoltà: E
Partenza da: Passo del Sempione. Percorrere autostrada A26 sino a Gravellona Toce, seguire la statale del Sempione sino al confine di stato e quindi passata la dogana proseguire fino al Passo del Sempione dove nei pressi del bar-ristorante è possibile  parcheggiare l'auto .
Breve descrizione: Oggi per iniziare nel modo migliore il mese di settembre prendo un giorno di ferie e con Suni decido di salire al Passo del Sempione per raggiungere la vetta dello Spitzhorli. La giornata è bellissima con sole splendente, cielo terso e un leggero venticello. Al passo alle 9 fa freddino e indosso una felpa. Trovare l'attacco del sentiero per lo Spitzhorli crea qualche problema iniziale di orientamento ma con calma si trova il sentiero giusto e il gioco è fatto. Basta attraversare sotto il bar la stradina e procedere verso la pala eolica. Si prende il sentiero, aiutati dalle freccie azzurre su pietra, che porta attraversando alcuni valloncelli a risalire un piccolo rilievo. Si arriva su una stradina e salendo si nota un laghetto sulla destra e poco dopo l'alpeggio di Hopsche (2044m). Passando davanti alle baite si vedono le paline che indicano la direzione Spitzhorli. Si segue il sentiero ampio che attraversa a mezza costa passando sotto le pareti del Tochuhorn e poi sale costeggiando un ampio canale eroso. Il sentiero porta ad immetersi nell'ampia vallata dominata a sinistra dello Staffelgrat, a destra dal Tochuhorn e davanti dallo Spitzhorli. La meta è ormai in vista anche se ancora lontana. Salendo il panorama è già notevole, il sentiero resta ampio e ben segnato. Si incontra una palina (2482m) in cui bisogna preseguire praticamente diritti in direzione Usseri Nanzlicke. Suni vorrebbe rincorrere le marmotte che corrono tra i prati oppure le pecore che sonnecchiano. Si arriva alla sella Usseri Nanzlicke(2602m) dove si deve prendere a destra la traccia di sentiero che porta in breve alla vetta dello Spitzhorli. Sono le 11 e 30 e siamo in vetta allo Spitzhorli (2729 m) . Il vento qui è più insistente e l'aria bella fresca. Il panorama da favola!  Una firma e un pensiero sul libro di vetta ben conservato e riparato e poi uno sguardo alle vette che ci circondano. Davanti verso il passo del Sempione meravigliosa vista su Terrarossa, Leone ,Breithorn , verso sinistra Rebbio ,le vette dell'Oberland Bernese e la lingua del ghiacciao di Aletsch, Bietschhorn. Dietro Mischabel,  a destra Fletschorn  e Boshorn. Suni ha fame e quindi facciamo la sosta pranzo e poi stiamo in completa tranquillità ad ammirare il bellissimio panorama per una abbondante oretta. Poi facciamo la foto ricordo e con calma torniamo alla bocchetta e iniziamo a scendere. Deviamo in direzione Glishorn  per vedere il piccolo laghetto e seguiamo il sentiero fino ad una baita con bel panorama su Briga. Torniamo poi sui nostri passi e in breve all'alpeggio di Hopsche e al Passo del Sempione. Una giornata di ferie che non poteva passare in un modo migliore e così soddisfatti ci avviamo verso casa.