Meta e Data: Laghi di Valgoglio  27 Ottobre 2010
Quota partenza(m): 1139 Quota Arrivo(m): 2111 Dislivello(m): 972 Difficoltà: E
Partenza da: Valgoglio(Località Bortolotti). Percorrere autostrada A8/E62 e quindi prendere autostrada A4 Milano/Venezia. Uscire a Bergamo e seguire indicazioni Val Seriana. Percorrere la SS671 e poi SP49  seguendo la direzione Clusone. Dopo aver superato Ardesio chiare indicazioni sulla sinistra indicano la strada per Valgoglio. Arrivati a Valgoglio superare il paese e seguire la strada in salita fino alla località Bortolotti dove in prossimità del ristoro "I 5 Laghi" è possibile parcheggiare l'auto. ATTENZIONE:Il parcheggio è piccolo e i posti sono limitati.
Breve descrizione: Oggi con Suni andiamo a fare un'escursione in Alta Val Seriana: Non sono mai stato in questa valle e mettiamo in programma un giro ad anello per i 5 laghi che si trovano sopra Valgoglio. Arriviamo alle 9.10 e poichè a nevicato domenica e lunedi ho portato anche ciaspole e ghette. La neve sulle cime non sembra molta e decido di prendere solo le ghette!. Il parcheggio è pieno ma nessuno in giro. Il sentiero 228 parte dal ristoro "i 5 laghi" e sale dopo poco nel bosco passando vicino alla condotta forzata. Dopo poco incontriamo 3 escursionisti che salgono seguendo per direttissima seguendo la condotta forzata. Facciamo conoscenza e alla fine passeremo tutta la giornata in loro compagnia condividendo con loro questa bella escursione. Il sentiero alla fine esce dal bosco permettendo di ammirare tutta la valle e le varie cime innevate. Inoltre il tempo, che durante il tragitto in auto non prometteva nulla di buono fa giudizio e comincia a splendere un bel sole e il cielo diventa azzurro. Salendo si co mincia ad incontrare un poco di neve e il paesaggio si fa sempre più interessante. I compagni appena conosciuti , Tarcisio, Celestino e Francesco, sono simpatici e si parla del più e del meno. Salendo,salendo, calpestando neve sempre più alta si arriva alle abitazioni dei custodi Enel a quata 1793m proprio sotto la diga del Lago Succotto. Io e Tarcisio precediamo e saliamo alla diga del Lago Succotto (1854m) . La vista è proprio bella. Davanti il  Monte Succotto e in vista la Baita Cernello con la diga e il Lago Cernello. Dopo una rapida sosta decidiamo di costeggiare la diga dl Succotto e cercare di raggiungere il sentiero che sale al Lago Nero senza perdere quota. Tarcisio fa da apripista e raggiunto dopo un breve traverso il sentiero saliamo verso il Lago Nero. La neve diventa sempre di più( 50-60 cm) ma la pista è già battuta (capiremo poi da 13 escursionisti che volevano salire al Monte Pradella..) e Suni segue sempre senza problemi. Al bivio decidiamo di salire al Rifugio Capanna Giulia Maria (2111m) dove la vista del Monte Pradella(2626m) è notevole. Sostiamo un poco e quindi ci dirigiamo verso la Capanna Lago Nero dopo incontriamo e conosciamo i 13 escursionisti che ci hanno battuto un po la traccia. Facciamno la sosta pranzo in allegria davanti ad uno spettacolare paesaggio e sotto un sole splendido. Conosciamo anche il simpatico rifugista della Capanna che ha molto voglia di parlare e ci intrattiene in modo simpatico con racconti e aneddoti. Beviamo un buon caffè corretto con grappa e seguito da un buon genepi e il rifugista ci mostra da vicino come sono fatti i fiori del genepì! Il tempo passa veloce e quindi decidiamo di salire fino al Lago Nero (2008m). Salendo la vista è sempre notevole e mai noisa. Un piccolo laghetto ghiacciato a forma di cuore precede il Lago Nero incastonato tra alte pareti rocciose e la diga. Il lago merita sicuramente la visita ma ora procedere per andare al Lago d' Aviasco (2070m) che non è lontano è un problema . La pista battuta finisce e la neve diventa ancora più alta!. Beh, il giro ad anello sarà per un'altra volta!Dopo aver ammirato un po il panorama decidiamo di cominciare la discesa da fare con calma e attenzione. Scendiamo tranquilli e verso la 17 arriviamo al parcheggio. Una bellissima giornata in montagna in mezzo alla prima neve della stagione in un posto veramente da vedere volge al termine. Saluto i miei compagni di escursione e mi avvio a tornare  a casa. Grazie tanto a Tarcisio,Celestino e Francesco per la piacevole compagnia e che dire....ciao a tutti e arrivederci magari in futuro per un'altra bella escursione!