Meta e Data: Laghi di Campo  04 Agosto 2011
Quota partenza(m): 1142 Quota Arrivo(m): 2350 Dislivello(m): 1200 Difficoltà: E
Partenza da: Pizzanco. Percorrere l'autostrada A26 sino a Gravellona Toce, seguire la statale del Sempione e uscire a Domodossola. Seguire poi le indicazioni per la Valle Bognanco e percorrerla fino oltre a S.Lorenzo, dove poco dopo un cimitero sulla sinistra si trova un cartello bianco con indicazione Pizzanco. Arrivare a Pizzanco e parcheggiare nella piazzetta nel piccolo parcheggio gratuito con posti limitati.
Breve descrizione: Oggi devo svegliarmi presto per accompagnare mia figlia in stazione per le 6:00. La meteo per oggi è buona, cosi decido di prendere un giorno di ferie per andare in montagna e scelgo i Laghi di Campo in val Bognanco come meta. Alle 8:00 sono già a Pizzanco pronto per iniziare con Suni l'escursione nella bella e poco frequentata Alta Val Bognanco. Attraversata la piazzetta di Pizzanco e le 4 case del paese chiare indicazioni indicano il sentiero per il Vallaro e i Laghi di Campo. Il sentiero sale ripido tra boschi e prati, sempre ben segnato e offre in vari punti una bellissima panoramica su tutta la verdeggiante Val Bognanco. Si giunge ad un bivio ma basta andare diritti seguendo le indicazione dei cartelli e si arriva in vista della croce del Vallaro. Bel punto panoramico con vista da una parte su Domodossola,Cima Lairè,Togano,Tignolino e dall'altra sul Passo di Campo. Dopo una breve sosta seguiamo tra mille eriche fiorite il sentiero in costa che con poco dislivello e bella vista porta al Rifugio Alpe Il Laghetto. Ormai l'intaglio del Passo di Campo è ben in vista e con rapida salita su buon sentiero lo raggiungiamo facilmente. Suni è come al solito in gran forma, segue senza problemi anche se va tenuta sotto controllo per i continui fischi di marmotte e i suoi tentativi di andare a catturarle!. Giunti al Passo di Campo la vista che si apre è notevole! Lasciamo perdere il sentiero a sx che scende all'Alpe Campo e proseguiamo a dx verso i Laghi di Campo. Sono circa le 11:20 e non si vede anima viva qundo arriviamo al primo piccolo laghetto. E'un vero scrigno di bellezza tra queste montagne austere e selvaggie. Tante belle foto e poi andiamo verso il secondo lago le cui rive sono tutte ricoperte di magnifici fiori e eurofori. Il sole va e viene tra qualche nuvola, saliamo un poco seguendo il sentiero e ci compare davanti il terzo e il più grande dei Laghi di Campo. E' veramente bello, sotto le pareti del Pizzo Straciugo(2712m) e con splendida vista sul Pizzo Montalto e il Passo del Fornalino! Scambio 4 chiacchere con alcuni ragazzi stanno pescando sulle rive del lago e che sono amici dei gestori del Rifugio Passo Il laghetto e abitano dalla mie parti. Faccio anche una sosta banana e poi proseguo verso il Passo Straciugo(2350). Varie nuvole fantozziane vanno e vengono coprendo la visuale verso il Vallese. Proseguo verso il Passo di Pontimia su sentiero che perde rapidamente quota e poi costeggiando pietraie compie un semianello. Arrivo alla diroccata Alpe Straciugo e inizio la risalita verso il Passo di Pontimia. Le nuvole sembrano aumentare e addensarsi sul passo per cui cambio idea e ritorno al Passo Straciugo per la sosta pranzo. Una buona mezz'ora di pausa e poi inizio a scendere ripercorrendo lo stesso sentiero fino al Rif.Alpe Il Laghetto dove bevo una fresca birretta! Faccio conoscenza con i simpatici gestori volontari che sono di Arsago Seprio che mi fanno visitare il nuovo locale invernale. Arrivano altri 2 escursionisti che sono saliti al Pizzo Strasciugo e il tempo passa veloce per cui alle 16:20 decidiamo di lasciare il rifugio. Parte della discesa la faccio in piacevole compagnia con Andrea e del suo amico parlando di montagna e di altro. Al bivio li saluto,io scendo verso Pizzanco mentre loro vanno verso Gomba. La discesa verso Pizzanco è ripida e veloce.
Un'altra fantastica giornata in montagna,passata in buona parte in solitaria con Suni,volge al termine.
Zona interessante della Val Bognanco, da tenere in sicura considerazione per ulteriori escursioni!