Meta e Data: Piz OT  13 Agosto 2011
Quota partenza(m): 1721 Quota Arrivo(m): 3246 Dislivello(m): 1550 Difficoltà: EE
Partenza da: Samenad.Lecco,Chiavenna,Passo Maloja,St.Moritz,Celerina,Samenad. Dirigersi verso l'ospedale e dopo aver passato l'ufficio postale salire a sx nella via Crusch (inizio strada con sulla dx cancello con sopra 2 camosci) e proseguire fino al campo di tiro dove si trova ampio parcheggio gratuito
Breve descrizione: Oggi con meteo ottimale decidiamo di salire sul Piz OT (3246m), una vetta molto panoramica dell'Engadina partendo da Samenad. Alle 7:45 siamo già pronti e prendiamo 50 m sopra il parcheggio al bivio il sentiero di destra che sale all'Alp Muntatsch(2188 m) con belle viste panoramiche sul gruppo del Bernina tra un bellissimo bosco di pini e larici. All'Alp Muntatsch andiamo a sx verso l'Alp Munt su sentiero in costa e poco prima dell'Alpe al bivio svoltiamo decisamente a dx verso il Margunin. Il sentiero ora sale un poco e con bella vista sul Piz Padella ci porta poco sotto il Margunin. Ampia segnaletica indica la via per il Piz OT che in questo caso prosegue dritta verso la Valletta tenendo a Sx il Piz Padella. Si percorre tutta questa bella e bucolica valle, tra fiori e mucche al pascolo, e quindi si trova su un sasso le indicazione bianco-azzurre per il Piz OT. Noi stiamo su un sentiero a dx che permette di risalire ripidamente la pietraia e ormai la nostra meta, imponente e severa, si staglia davanti a noi!. Sigh, Suni oggi saliremo lassù! Suni non si scompone e segue tranquilla tra i massi della pietraia finchè il sentiero si unisce con quello proveniente dalla Fuorcla Valleta e da Marguns.Ora il sentiero sale più ripido e deciso su sfasciumi e rocce e conduce ad una seconda pietraia. I segni bianco-azzurri sono sempre ben evidenti e seguendoli si supera agevolmente la pietraia. Ora il Piz OT è davanti a noi e sembra invalicabile. Suni alpinista si metta subito all'opera e segue la salita ora ripida su roccia su un sentiero  che diviene sempre più stretto e un poco esposto. Per precauzione lego Suni al guinzaglio e saliamo tranquilli superando varie zone attrezzate con catene in alcun punti leggermente esposte che richiedono passo sicuro e assenza di vertigini. Finalmente guardando in alto si vede solo cielo azzurro! Siamo quasi alla fine della salita e la croce di vetta è ormai a 20 metri. Ancora un semplice percorso in cresta e con Suni siamo in vetta al Piz OT (3246m). Grande gioia e soddisfazione e un panorama da favola ai nostri piedi! Anche gli altri amici sono in vetta su cui ci sono altre poche persone e nessun cane! Solo Suni oggi reginetta del Pit OT posa soddisfatta per le usuali foto di vetta! Poi sostiamo comodamente in vetta una buona oretta,con calma mangiamo il nostro pranzo e Suni la doppia razione di Manzotin! l tempo è sempre stabile, poche nuvole lontane, vista sempre ottima ci regalano bei momenti e bellissimi panorami sulle vette del Gruppo del Bernina, sul Piz Nair,Piz Julier, Piz Surgonda , Piz Padella,sulla Val Bever e su altre infinite montagne! Ora è il tempo di scendere! Suni, sempre con il guinzaglio per precauzione, mi segue come vera compagna di discesa. Non tira, non ha paura e pian piano con la dovuta cautela scendiamo sicuri senza problemi la parte più difficile. Poi Suni torna libera e con facilità ripassiamo le pietraie e tornati dalla Valletta decidiamo di salire al panettone sopra Margunin chiamato Cho d'Valletta e di scendere poi su sentiero in cresta molto panoramico sulla Val Bever e su Samenad all'Alp Muntatsch e poi al parcheggio e all'auto. Oggi veramente è stata una giornata splendida, grazie Piz OT per i fantastici panorami e per le emozioni che hai regalato a tutti noi! Grazie Suni, oggi cagnolina alpinista e perfetta compagna d'escursione! Un grazie ai miei amici e compagni,Alberto,Piero,Francesco Senior, per la lora piacevole allegria e compagnia!