Meta e Data: Blinnenhorn   20 Agosto 2011
Quota partenza(m): 1815 Quota Arrivo(m): 3373 Dislivello(m): 1900 Difficoltà: EE
Partenza da: Riale. Percorrere autostrada A26 sino a Gravellona Toce, seguire la statale del Sempione sino all’uscita per Crodo. Seguire le indicazioni per Baceno/Val Formazza e raggiunto Baceno prendere a destra strada per Formazza. Raggiungo Riale, anche se dal parcheggio sotto la diga in poi la strada è privata Enel con divieto di accesso, salire alla diga di Morasco  costeggiando il lago di Morasco fino all'arrivo della funicolare dove è possibile parcheggiare.
Breve descrizione: Previsioni meteo ottime a nord-ovest per questo weekend ci fanno scegliere come meta il Blinnenhorn in Val Formazza. Con Suni e Alberto alle 7:00 siamo già a Riale e iniziamo fiduciosi questa splendida escursione anche se fino a 1 ora prima minacciose nuvole si addensavano nella valle e la strada in salita era ben bagnata! Dal parcheggio alla fine del Lago di Morasco saliamo su buon sentiero verso il Rifugio Mores mentre il sole sorge e illumina di colori la valle. Dal Rif.Mores la vista sul Lago dei Sabbioni e l'Arbola è splendido in questa mattinata con cielo terso! Vale già da sola la "sbrandata" notturna! Dopo breve sosta attraversiamo la diga e proseguiamo a sx su sentiero che costeggia il Lago dei Sabbioni e sale con splendida vista al Rif.Claudio e Bruno (2710m). Arrivati al Rifugio una ragazza saluta Suni! Cerco di riconoscerla ma in realtà è la moglie di amico su fb che vede sempre le foto di Suni e che incontreò sulla salita al Blinnenhorn!! Il mondo virtuale si trasforma ancora in reale e cosi scambiamo 4 chiacchere mentre facciamo una meritata sosta con spuntino al Claudio e Bruno!. Partiamo per il Blinnenhorn intorno alle 10:00 salendo sopra il rifugio e virando decisamente a sx su sentiero non marcato ma evidente che sale ripido su terreno instabile e aggira un primo sperone roccioso. Il sentiero è sempre ben segnalato con ometti e con tempo buono non presenta mai problemi di orientamento. La salita regala bei panorami, prima sull'Arbola e l'Hohsand, Corno di Ban, Nefelgiù ,etc lasciando la meta (Corno Cieco!) completamente invisibile! Finalmente il sentiero porta su una sella con bellissima vista sul Giacciaio del Gries, Sul Corno Rosso e sul Passo dei Camosci e sulla sinistra si vede il Blinnenhorn! Proseguiamo in cresta aggirando il ghiacciao per affrontare la ripida e finale rampa che porta a vedere la croce di vetta! Sono circa le 11:30 e con Alberto e Suni scattiamo contenti le consuete foto di vetta! La vista spazia all'infinito tra mille vette,laghi, ghiacciai; la meteo rimane più che buona, non sento freddo e rimango in maglietta per un bel po a contemplare le bellezze sotto i miei piedi! Suni reclama la sua pappa e anche oggi 2 manzotin sono più che meritate!! Vorremmo firmare il libro di vetta ma non c'è e nella scatola metallica sulla croce solo foglietti sparsi!! Alberto fa uscire dalla "zaino magico" un pennarello nero e lascia la nostra firma indelebile e un saluto a tutti gli amici di Hikr all'interno della scatola metallica!! Dopo aver pranzato,sostato in vetta per più di un'ora chiaccherando con altri escursionisti scendiamo a malincuore verso il Claudio e Bruno ma al bivio giriamo a sx e andiamo verso il Rifugio 3A (2960m). Breve sosta con vista sulla vette facilitata dai simpatici "cannocchiali" e poi giù per il sentiero,anche questo poco stabile ,che affianca il praticamente scomparso ghiacciaio del Siedel e porta alla Piana dei Camosci. Andiamo con la scusa di fare merenda al Rif.Città di Busto (2480m) a bere una birretta e a "seccare" la torta che pesa nello zaino! Il sole è ancora bello vigoroso ma l'aria è quella di montagna e la sosta è più che piacevole... Scendiamo poi per la piana del Bettelmatt e torniamo contenti e soddisfatti al Lago di Morasco e alla macchina chiudendo in bellezza questo bellissimo anello con 3000 annesso! Grazie a Suni perfetta compagna e ad Alberto per la piacevole compagnia!