Meta e Data: Rifugio Tecc Stevan 29 Gennaio 2012
Quota partenza(m): 603 Quota Arrivo(m): 1010 Dislivello(m): 657 Difficoltà: E
Partenza da: Bacino Val d'Ambra. Autostrada A8/E62 Milano/Como-Chiasso, A9/E35 verso Como,ingresso in Svizzera a Chiasso,autostrada verso Gottardo, uscire a Biasca.Alla prima rotatoria proseguire verso nord, seguendo per Personico - Bodio. A Bodio si devia per Personico, passando sotto l' autostrada e poi sopra il Ticino.Raggiunto Personico, poco dopo la chiesetta salire a dx verso le case alte del paese e proseguire,neve permettendo, salendo fino al bacino artificiale. Qui si parcheggia l'auto.
Breve descrizione: Pizzoccheri in allegria e in ottima compagnia al Tecc Stevan con finale adrenalinico:ecco in estrema sintesi la bella ciaspolata in Val d'Ambra.La neve caduta nella notte rende un po lento l'avvicinamento a Personico e la salita al Bacino d'Ambra con la "Lince delle Alpi" di Alberto su stradina innevata è già una bella avventura.La ciaspolata al Tecc Stevan che sembrava una passeggiatasi rivela un po più impegnativa ma davanti abbiamo lo stambecco Paolo che traccia (tutta la valle oltre che il sentiero giusto)e rende la salita più agevole!. Bravo Paolo!Arrivati al Rifugio e recuperata l'acqua nel torrente partono i preparativi per i pizzoccheri. Il camino è perfetto ma la stufa ..ehm .. diciamo lascia a desiderare e produce quantitàimpressionati di fumo che pare la ricetta sia salmone affumicato!!Dopo un po la situazione si stabilizza e in perfetta allegria congli amici di Girovagando iniziamo a gustarci gli antipasti e gli ottimi vini!! Suni nel frattempo si fa nuovi amici,si prende un po di coccole eovviamente mangia un po di tutto!I pizzoccheri si fanno un po desiderare ma alla fine eccoli pronti!Sono ottimi e abbondanti! Un bravo al cuoco Paolo ispiratore e tenacecuoco che vista la cucina e l'attrezzatura in gioco se la cava benissimo!Ma le leccornie non finisco qui: torte, caffè , grappe, liquori,spumante !!Purtroppo dobbiamo scendere e a malincuore dopo aver rassettato il rifugiotorniamo senza problema( a parte qualche pizzocchero che tenta la risalita!)alla macchina!
Qui inizia per me,Ivan e Alberto la parte più adrenalinica dell'escursione.Sulla strada è passato lo spazzaneve ma è peggio di prima. Un bello strato di neve ghiacciata e scivolosa la ricopre e notiamo che pure le potenti 4x4 slittano!Montiamo pure le catene alle ruote posteriori e partiamo. Subito 2 traversi ben più pericolosi di quelli "x salire alla Garzonera"ci fanno capire che la discesa non sarà uno scherzo!!!
Ma sotto la guida sicura si Alberto, con estrema cautela, la Lince delle Alpici porta a valle incolumi!!Parrebbe finita ma al Breggia altri 5 minuti di panico!!Sono iperconvinto di aver tenuto le chiavi della mia auto in tasca e cerca e ricerca non le trovo!!! Quando la disperazione ormai sembra prendere piedesu insistenza di Ivan e Alberto guardo nello zaino e sono nel solito postodove le avevo messe prima di lasciare il rifugio Tecc Stevan.
I pizzoccheri o direi meglio i fumi... dell'alcool mi avevano cancellato il ricordo!!Beh.. tutto bene quello che finisce bene!
Un grazie a tutti gli amici per la bella giornata passata in allegria.Come sempre un grazie a Suni perfetta compagna di avventurae un grazie particolare alla Lince delle Alpi e al suo autista!!!

Percorso:
Bacino Val d’Ambra/Baséria (616 m.s.m.) – Ramlitt (788 m.s.m.) – Stavell – M. delle Femmine – Monastéi (895 m.s.m.) – Rifugio Monte di Dentro (917 m.s.m.) – ponte sul fiume Rierna (868 m.s.m.) – Val Gagnone – Mezana – Rifugio Tecc Stevan (1010 m.s.m.) -ritorno dalla stesso percorso dell'andata-Km 14,5