Meta e Data: Pizzo del Forno e giro ad anello in Val Agarina 29 Luglio 2012
Quota partenza(m): 1199 Quota Arrivo(m): 2695 Dislivello(m): 1759 Difficoltà: E
Partenza da: Da Agarina. Percorrere autostrada A26 sino a Gravellona Toce, seguire la statale del Sempione e uscire a Montecretese Seguire poi le indicazioni per Altoggio e raggiunto Altoggio prendere a sx la strada agro-silvo-pastorale sale ad Agarina (km 10 circa) (strada a limitazione di accesso percorribile in auto solo con permesso comunale) e parcheggiare vicino alla fontana.
Breve descrizione: Previsioni incerte e impegni mi fanno pensare che anche questo fine settimana starò a casa ma poi all'ultimo visto che domenica il tempo sembra decisamente migliorare decido che andrò in montagna e butto là la proposta del Pizzo del Forno in Val Agarina. Con Ivan ,Beppe e Alberto e ovviamente l'immancabile Suni raggiungiamo Agarina in auto sfruttando la libera circolazione sulla strada agro-silvo-pastorale di 10Km visto che oggi è la domenica della Festa di Agarina. Partiamo alle 7:45 e dopo aver seguito per un poco la strada asfaltata prendiamo poi a sx con indicazione “sentiero Balmuzzign” il sentiero che tra erba alta bella bagnata ci porta all'alpe Nocca(1611m) con i pantaloni belli inzuppati ma contenti perchè il sereno avanza sempre più e il cielo è azzurro cartolina!. All'Alpe Nocca subito a sx prendiamo il sentiero che sale nel bosco verso l'Alpe Ratagina(1920m) dove il panorama si apre sempre più e la spettacolare Val Agarina comincia a mostrarsi in tutta la sua bellezza. Poi avanti verso l'Alpe Lago quando in una breve sosta incontriamo Adry che sale anche lui al Pizzo del Forno. Gradito incontro! Quattro chiacchere e poi si sale insieme facendo sosta all'Alpe Lago che è ben tenuta ,curata e costudita dall'amico di Adry che ci permette di vedere pure l'interno del rifugio e ci invita per il caffè che prenderemo al ritorno dal Pizzo. Proseguiamo poi in salita con fantastica vista sul Lago di Matogno tra prati e pietraie fino a raggiungere il bel sentiero che proviene dal Passo della Forcoletta e da Aleccio e che ci porta al Passo della Fria(2499m). La giornata è stupenda e dal passo la vista è già spettacolare! Suni oggi è come sempre in gran forma e segue senza alcun problema. Non resta che salire la cresta finale, facile ma con pendenze decise, che ci porta alla vetta del Pizzo del Forno(2695m)! Grande giornatona e grandiosa vista a 360° da questa vetta! Pizzo Diei,Cistella,La Rossa, Cervandone, Monte Giove, Basodino,Pizzo del Lago Gelato,Pizzo di Pioda,Pioda di Crana ,etc.... Bella e prolungata sosta in vetta con ottimo pranzo e come sempre ottima atmosfera! Oggi finalmente c'è anche Alberto ! Torniamo poi all'Alpe Lago dove ci aspetta l'ottimo caffè corretto offerto dall'amico di Adry fuori dalla sua curatissima baita baciati dal sole che oggi non ci lascia mai! Grazie di cuore! Adry rimane ancora un po e allora dopo i saluti noi ripartiamo verso la Cappella della Croce ma stiamo un po troppo bassi e ci sciroppiamo una bella salita ammazzacaffè mentre un bel camoscio scende a tutta birra poco distante da noi! Dalla cappella bellissimo traverso in discesa molto panoramico su tutta la Val Agarina e poi dopo aver passato l'Alpe Loccia alla palina segnavia giù a sx verso Agarina. Qui il sentiero è all'inizio assai incerto ed è facilissimo perderlo. Ma con un po di calma facilmente lo ritroviamo e seguendo bandierine sugli alberi e segni andiamo giù senza problemi chiudendo il bel anello. Tutti contenti e soddisfatti della bella giornata passata in questa bella valle Agarina a noi ad oggi sconosciuta! Un grazie agli amici per la piacevole compagnia e a Suni, come sempre impeccabile compagna di escursione! Giornata perfetta!