Meta e Data: Anello Camposecco-Cingino   20 Luglio 2013
Quota partenza(m): 1352 Quota Arrivo(m): 2235 Dislivello(m): 1200 Difficoltà: E
Partenza da: Diga di Campliccioli.  Percorrere autostrada A26 sino a Gravellona Toce, seguire la statale del Sempione sino all’uscita per Villadossola.Seguire per Antrona e poi salire su strada stretta verso la diga di Campliccioli dove ci sono limitati parcheggi gratuiti.
Breve descrizione: Oggi andiamo a fare un classico anello in Val Antrona tra dighe e laghi che era già da molto tempo nella lista dei "to do"! Saliti al parcheggio della diga di Campliccioli la meteo si presenta perfetta e l'azzuro domina il cielo. Passiamo ladiga, costeggiamo il lago di Campliccioli e poi saliamo sul'erto e ripido sentiero segnato C34 che si addentra nella bella e selvaggia Val Antrona tra cascate e ruscelli e ci porta passando le alpi Curtuz(1627m), Banella(1807m) e Scarone(2077m) in prossimità della Diga di Camposecco e del Lago di Camposecco(2235m), ancora parzialmenete gelato. La conca del Lago di Camposecco è veramente incantevole ma le nuvole sono puntualmente arrivate e hanno ormai coperto le cime e parzialmente compromesso il panorama. Dopo una sosta proseguiamo il giro e scendiamo seguendo le rotaie su bel sentiero che poi in piano percorrendo un bel traverso ci porta all'ingresso della galleria. Ma prima ci tocca passare un bel nevaio in cui è stata scavata una galleria. Il passaggio nel cunicolo sotto la neve è divertente ma sbuchiamo dall'altra parte belli umidi! Trovato l'ingresso della galleria ci mettiamo addosso una strato in più visto la frescura che si sente aprendo la porta d'ingresso, spegniamo/accendiamo le luci per far ripartire il timer, accendiamo le frontali e iniziamo il lungo passaggio in galleria. Molte zone sono allagate e qualcuno fa un "battesimo" un po traumatico alle belle scarpe nuove! Non solo, essendo la galleria in alcuni punti pure bassa, picchia pure la capoccia procurandosi un bel taglio e sbuca dall'altra parte già un po malconcio! Io nella seconda parte della galleria, dove l'acqua aumenta, prendo in braccio Suni che odia le passerelle e non salirebbe mai! Decidiamo di salire alla Diga di Cingino per la sosta pranzo ma giunti alla diga dei famosi stambecchi della diga oggi neanche l'ombra!Tutti in ferie! Va beh! Ci fermiamo poco sopra la diga per il pranzo e un po di relax trascorrendo bei momenti in allegria finchè il Bradipo comincia a gufare attirando tutte le nuvole in Val Antrona. Scendono 4 goccie che ci fanno sbaraccare e ripartire per proseguire la parte ancora lunga dell'anello. Ed ecco comparire finalmente sulla diga l'unico stambecco di giornata! Il Bradipo ha già indossato l'abbigliamento anti-monsone ma in realtà a breve tutti gli altri devono tornare all'abbigliamento estivo visto la calura e la scarsa/nulla acqua! Il sentiero scende ora deciso su una pietraia da dove notiamo altri stambecchi. Scendiamo a poca distanza divisi in 2 gruppi, con io e Suni nel mezzo , facendo attenzione perchè le rocce sono umide. Ad un certo punto Io e Suni raggiungiamo Ivan,Beppe,Massimo e l'Elefantino che erano in sosta e sentiamo la voce di Lella che ci avvisa di fermarci perchè Massimo(l'elefante) è caduto e si è fatto male la spalla! Ovviamente non c'è campo e i telefono sono inusabili. Passiamo momenti di apprensione,memorizziamo le coordinate Gps per un'eventuale chiamata al 118. Ma per fortuna Massimo si è un po ripreso e molto, molto dolorante alla spalla pare riesca a scendere. Nel frattempo ovviamente la pioggia ricomincia e bagna ulteriormente il sentiero rendendolo ancora più insidioso. Massimo stoicamente scende piano piano e con la dovuta cautela riusciamo con calma a scendere dove il sentiero spiana. Rimane ancora un bel pezzo per chiudere l'anello ma in qualche modo Massimo riesce ad arrivare all'auto. Portiamo a termine questa sfortunata escursione ad anello in Val Antrona, una valle bella e selvaggia, che sicuramente rimarrà per sempre nei nostri ricordi!. All'Elefante(Massimo) i migliori e più sinceri auguri di una pronta ripresa! Ti aspettiamo al più presto con noi in montagna magari davanti a un bel piatto di pizzoccheri per festeggiare tutti insieme il tuo ritorno! Un grazie alla reginetta Suni, come sempre perfetta compagna di escursione! Agli amici un grazie per aver condiviso insieme questa giornata in montagna, purtroppo sfortunata !!