Meta e Data: Monte Giove 10 Agosto 2013
Quota partenza(m): 1648 Quota Arrivo(m): 3009 Dislivello(m): 2363(S)/2476(D) Difficoltà: E
Partenza da: Riale. Percorrere autostrada A26 sino a Gravellona Toce, seguire la statale del Sempione sino all’uscita per Crodo. Seguire le indicazioni per Baceno/Val Formazza e raggiunto Baceno prendere a destra strada per Formazza. Raggiungo Riale,ultimo paese della valle,,dirigersi verso la diga del Morasco, salire sulla strada a sx della diga dove si trovano limitati posti di parcheggio gratuiti..
Breve descrizione: Oggi andiamo in Val Formazza per salire al Monte Giove. Inizialmente pensiamo di partire dal paesino di Canza ma poi cambiamo idea e allunghiamo un po’ il percorso decidendo di partire da Riale. Alle 7 con Ivan, Lella e Suni siamo pronti sotto la diga del Morasco e saliamo verso il Passo del Nefelgiu. La giornata è splendida,azzurra, l'aria fresca con un leggero venticello. Entriamo nel bel vallone con i Gemelli del Ban a dx e il Corno Nefelgiù a sx e andiamo spediti verso l'alpe di Nefelgiù. Saliamo più decisi sul bel sentiero verso il passo dove il vento è più freddo ma la vista è superba sulla conca del Vannino e sulla nostra meta ancora lontana. Veloce discesa al Rif.Margaroli e poi su verso il Passo del Busin da dove la vista del Lago del Busin, con il suo colore blu intenso, è come sempre bellissima !! Perdiamo quota e costeggiamo il lago fino alla casa dei custodi poi giriamo decisi a sx e iniziamo tra prati fioriti la salita verso il monte Giove. Suni è come sempre pimpante e scattante ... soprattutto sempre in cerca di marmotte! La salita tra prati lascia il posto alla pietraia che usiamo anche più del dovuto per evitare alcuni estesi nevai che persistono sotto il Giove. Poi su facile traccia sempre su pietraia raggiungiamo la cresta e in pochissimo la vetta del Monte Giove. La vista è a 360 gradi ed oggi è spaziale in questa giornata limpida! Grande soddisfazione di aver raggiunto questa bella vetta vista già tante volte con il naso all'insù! Suni è la solita reginetta di vetta! Coccolata da alcuni escursionisti e riconosciuta da 2 escursionisti che la salutano per nome e gli riservano un saluto da reginetta! Facciamo un po’ di foto e poi una bella e rilassante sosta pranzo in vetta dove non spira vento e si sta perfettamente! Firmiamo il libro di vetta e poi giù passando per alcuni nevai che a me stanno poco simpatici. Fatto il percorso a ritroso, tagliando il più possibile, torniamo al Rif. Margaroli e qui decidiamo di tornare passando per la Bocchetta del Gallo per fare un bel anello. Tutti gli escursionisti scendono verso la seggiovia e solo noi affrontiamo la dura salita verso la bocchetta che pare vicina ma non arriva mai! Alla Bocchetta del Gallo pure un bel traverso su nevaio ( io che ho portato i ramponi a spasso tutto il giorno non perdo l'occasione e li metto) poi giù in mezzo alla pietraia e poi. su sentiero fino all'Alpe Freghera dove giriamo decisi a sx verso Frua. Il sentiero fa un lungo traverso e poi riprende a scendere e finalmente ci scarica a poca distanza dalle cascate. Riesco a fermare una gentile signora in auto che da un passaggio a Ivan e permette un recupero veloce dell'auto. Poi a casa tutti contenti della bella vetta raggiunta e della lunghissima cavalcata fatta nella splendida Val Formazza che come sempre, ma oggi ancora di più, ci ha regalato panorami da favola. Un grazie agli amici per aver condiviso in perfetta sintonia questa splendida giornata in montagna E che dire di Suni! Perfetta reginetta, unica cagnolina oggi in vetta, sempre pimpante ha portato a termine questa fantastica e lunghissima galoppata in scioltezza! Veramente perfetta compagna di escursione!!