Meta e Data: Forcola di Larecchio-Lago Panelatte-Tour Bocchette con anello  23 Ottobre 2014
Quota partenza(m): 1200 Quota Arrivo(m): 2155 Dislivello(m): 1190 Difficoltà: E
Partenza da: Arvogno. Autostrada A26 uscita uscita Masera. seguire per Val Vigezzo e a Santa Maria Maggiore ,alla rotonda con supermercato Carrefour girare a sx per Toceno poi per Arvogno fino all' ampio parcheggio.
Breve descrizione: Partiamo io e Suni da Arvogno alle 8,30. La giornata è bellissima,il cielo limpidissimo ma il clima è autunnale e fa abbastanza frescolino e tira vento.Oggi le cime meglio lasciarle perdere!. Saliamo sulla bella mulattiera nel bosco in ombra che ci porta all'Alpe Verzasco, poi all'Alpe Villasco e infine all'Alpe i Motti senza incontrare nessuno e nel silenzio più totale. Solo il vento per ora moderato parla nel bosco. Poco prima dell'Alpe i Motti il sole ha infuocato con colori bellissimi il bosco e la vista della Pioda di Crana è sempre un gran bel vedere. Sui prati a nord uno strato di nevina imbianca un po l'ambiente e lo rende ancora più suggestivo. Saliamo verso la Cappella di S.Pantaleone e poi andiamo verso il Lago di Panelatte. Qui il vento diventa bufera! Gelide sferzate che a volte ti spostano paiono dirci: tornate indietro, lasciate perdere!. Ma noi non ci facciamo ammaliare da queste sirene incantatrici e testardi proseguiamo. E alla fine siamo premiati dal bellissimo panorama che ci regala il Lago Panelatte leggermente imbiancato e poi su fino alla Forcola di Larecchio in una pace assoluta! Suni è in ottima forma ma oggi dal vento è a volte costretta a tenere le orecchie basse!Torniamo sui nostri passi e ammiriamo i stupendi colori di piccola pozza che sta diventando ghiaccio. Acqua,neve e ghiaccio sono cose semplici ma sanno regalare una bellezza particolare! Dalla Cappella  andiamo verso la Bocchetta di Ruggia tra una folata e l'altra. Poi all'Alpe Ruggia per una meritata sosta pranzo al riparo dal vento e in pieno sole!
Ci incamminiamo poi con calma verso la Bocchetta di Muino e andiamo alla Colma di Craveggia per prendere il sentiero verso l'Alpe di Dentro che scendeno in uno splendido bosco ci riporterà ad Arvogno. Ma visto che è presto ci fermiano in una baita assolata per un po di relax e un bagno di sole! Poi giù ad Arvogno e a casa contenti per la bellissima giornata autunnale anche se un po ventosa passata tra le amate montagne della Val Vigezzo. Un giornata di pace e silenzio. Ha parlato, ed ad alta voce, solo il vento! Un grazie a Suni perfetta compagna di escursione!