Meta e Data: Monte Boglia   24 Maggio 2015
Quota partenza(m): 376 Quota Arrivo(m): 1516 Dislivello(m): 1200 Difficoltà: E
Partenza da: Albogasio. Autostrada A8-Chiasso-Lugano. Da Lugano andare in direzione Porlezza. Superata la dogana senza entrare in galleria costeggiare il lago e  dirigersi a Albogasio Sup. dove si parcheggia. Noi abbiamo parcheggiato prima su alcuni parcheggi a fianco della strada.
Breve descrizione: Oggi io Beppe e Suni andiamo a fare una rilassante escursione al Monte Boglia che io non ho mai salito e che ha fama di grandi panorami anche se non sul Lago che qualcuno sostiene il "più bello del mondo"... Partiamo un po più in basso di Albogasio Sup. (376m) , un bellissimo paesino con stupendo panorama sul lago. Saliamo nelle strette viuzze del paese e prendiamo il sentiero N. 11 , una bella mulattiera che non molla mai ma molto ben tenuta e che ci scarica alla Madonna del Faggio. Qui si apre un vasto panorama sulla Val Solda e sui Denti della Vecchia e il bosco lascia spazia a ampi pratoni verdeggianti. Un bel posto! Andiamo su prati seguendo la dorsale verso La Zocca della Nave (1135m) e camminando noto un piccolo di capriolo tra l'erba che resta praticamente immobile. Forse malato o forse abbandonato. Scattiamo qualche foto senza avvicinarci troppo. Poi ritorniamo sui nostri passi e seguiamo i segnavia del sentiero N.12 che segue fedelmente la cresta nella fitta faggeta. Il sentiero anche qui non molla mai e diventa bello bello ripido fino a che sbuchiamo fuori dalla faggeta. La vista sul lago verso Porlezza e il Galbiga è ottima! Dopo aver ripreso respiro continuamo la salita sulla erta finale. Una cresta erbosa con paglione scivoloso dritta dritta che ci fa sbucare alla bellissima panchina panoramica! La vista d'insieme su questo lago e su ciò che gli sta attorno ripaga ogni fatica!. Ormai la croce è li a due passi e dopo bella sosta panoramica ripartiamo verso la vetta dove siamo i primi di giornata anche se seguiti a breve da altri escursioniosti saliti dal più comodo sentiero di Brè. Ora il relax è totale in attesa di pranzare,tanto è presto. Il meteo è stato finora più che buono e la vista seppur non da giornata limpidissima è stata soddisfacente. Tuttavia dopo pranzo qualche nuvola appare e viene l'ora di continuare l'anello scendendo verso Pian di Scagn. Qui teniamo la destra e imbocchiamo il sentiero che ci porterà all'Alpe Boglia. Appena imboccato capisco che è quello che ho percorso nell'escursione ai Denti della Vecchia. Giunti all'Alpe Boglia questa volta seguimo la comoda strada che senza problemi scende verso Dasio. Al bivio teniamo la dx e andiamo per boschi verso Muzzaglio e poi giù a Castello per bella mulattiera. Castello è un bel paesino con bellissima vista sul lago e bei vicoli adornati con tante rose tutte in fiore. Poi scendiamo a Albogasio dove chiudiamo l'anello e concludiamo questa bella e rilassante escursione in Val Solda! Un grazie a Beppe per la piacevole compagnia e la bella domenica passata in montagna; un grazie a Suni anche oggi come sempre perfetta compagna di escursione.

La panchina vuota

Beata te
che ammiri questo stupendo lago
incastonato tra i monti.
Beata te
che sai donare pace
ai cuori inquieti 
e tutta sola,
come un bacio sospeso nel vuoto,
aspetti la dolce malinconia della sera
che scende
piano piano 
sul lago.

Gabriele