Meta e Data: Traversata Val Romilla-Val di Averta 11 Luglio 2015
Quota partenza(m): 927 Quota Arrivo(m): 2546 Dislivello(m): 1650/600 Difficoltà: E
Partenza da: S.Martino in Val Masino.Raggiungere Lecco proseguire su ss36 in direzione Colico. Seguire le indicazioni per Sondrio dopo Morbegno oltrepassare il ponte sul fiume Adda e svoltare a sx seguendo per la Val Masino. Raggiungere l'abitato di San Martino V. Masino e parcheggiare l'auto. Arrivati a Pedra Rossa bisogna avere una seconda auto.
Breve descrizione: La Romilla è stanca di aspettare e allora questa volta non possiamo esitare. La magica Val Masino e la sua laterale Val Romilla ci accolgono con una splendida giornata con sole a go go. La Romilla è un po infastidita dalla lunga attesa e come dispettosa donna ci accoglie con un sentiero inerbato, pieno di ortiche urticanti e bello umido. Andiamo un poco fuori sentiero ma ormai la Romilla non ci può sfuggire. Il paesaggio man mano che si sale diventa sempre più splendido e le vette della Val Masino si fanno ammirare . Ma la Romilla appare ancora lontana e la fatica si fa sentire. Una pietraia rallenta un po il cammino ma con Suni saliamo sempre più su e Romilla fu! Tutti contenti ma ancora di più dopo la bella sosta pranzo e la bottiglia di spumante! Poi giù verso Pedra Rossa ma il sentiero gira a sx e fa un traverso infinito. Ma il torrente è come un miraggio e quando ci arrriviamo non ci facciamo pregare e qualcuno fa pure un bagno completo, altri un rinfrescante pediluvio. Vera goduria! La Valle di Pedra Rossa è bellissima e ci accompagna fino a dove abbiamo lasciato un auto. Una giornata bellissima, grazie Romilla per la tua pazienza! Un grazie speciale a Suni anche oggi perfetta compagna di escursione. Un grazie a tutti per la bella giornata passata in questa splendida valle!
Percorso:Disl 1650 m  Km 17
San Martino 927 m - Ca di Rogni 1019 m- Cà di Carna 1084 m- Cascina Piana 1076 m - Passo della Romilla 2546 m - Preda Rossa 1955 m

Romilla

Sei dolce sogno del mattino
come un amore
che ti dimentichi di scordare.
Sei ammagliante sirena 
che richiami animi inquieti
che non ti sanno resistere.
Ora sono qui da te
e tu mi mostri senza pudore
la tua fugace infinita bellezza.
Ma Romilla,
sei come l'ultimo raggio di sole al tramonto,
sei come l'ultimo refolo fresco prima dell'afa.
Appena ti riguardo 
sento già che mi mancherai!

Gabriele